Il mese di ottobre si è aperto con una grande festa, quella dedicata a tutte le nonne e i nonni!





Ospiti d’onore per un’intera mattina nella nostra scuola, con cui abbiamo condiviso routine, legami e relazioni; e non solo, i nonni ci hanno portato storie, oggetti del passato che sono diventate occasioni di confronto e di attività di laboratorio, dal teatrino alla pasta fatta in casa, passando attraverso la scoperta e la manipolazione di oggetti ormai in disuso ma che hanno rappresentato per i bambini un momento di grande interesse alla scoperta di marchingegni, meccanismi, rotelline e ingranaggi, sempre di grande effetto la magia della macchina tagliapasta. Ottobre è stato anche il mese del consolidarsi dei nuovi inserimenti e delle nuove relazioni tra coetanei e tra bambini ed educatori, abbiamo pertanto avviato i bambini ad un primo approccio con il concetto del tempo, il tempo della scuola, il tempo vissuto, con modalità e proposte operative giocose diverse tarate in base alle diverse età dei bambini, un approccio al tempo sensoriale e concreto, che ha permesso ai bambini di acquisire una prima consapevolezza del prima e del dopo e dello scorrere del tempo. Il lavoro sul tempo ha portato con sé anche l’approccio alla quantità, ed al numero per i bambini più grandi, il nostro contesto di riferimento come sempre sono state le routine quotidiane, che ci hanno permesso di conoscere i “fatti matematici” in modo concreto, toccando e sperimentando il numero nella nostra realtà attraverso gli oggetti e le azioni quotidiane. Ampio spazio è stato dedicato alle attività psicomotorie nella nostra palestra, i numerosi giochi motori e in coppia accompagnati dalla musica hanno permesso ai bambini di approfondire la conoscenza di se stessi e degli altri in relazione all’ambiente circonstante.



Parallelamente al lavoro sul corpo e sul movimento, abbiamo affrontato il tema della sicurezza a scuola, occasione questa che ci ha permesso di riprendere in mano le esercitazioni di evacuazione dalla struttura, offrendo ai bambini più grandi la possibilità di conoscere la nomenclatura, ossia la terminologia tecnica e i simboli per orientarsi negli spazi della scuola. Il mese di ottobre si è infine concluso con un percorso dedicato al tema del rispetto, attraverso la drammatizzazione di storie e filastrocche, giochi e racconti i bambini hanno parlato di se stessi, ciascuno in base alle proprie capacità, e si sono aperti alla conoscenza dell’altro, scoprendo nel prossimo arricchimento e crescita. Diverse le storie che hanno accompagnato questo percorso, grande protagonista la natura che con la sua enorme varietà e biodiversità insegna a grandi e piccini la bellezza della diversità e la possibilità della coesistenza di specie diverse nel medesimo ambiente. Tema questo molto delicato di estrema attualità e fondamentale per una convivenza pacifica tra i popoli, sentimenti che vanno coltivati fin tanto che il terreno dell’infanzia è fertile!
Dandovi appuntamento al prossimo mese, ci rendiamo disponibili per rispondere a tutte le vostre curiosità ed apprendimenti.