Sono il benvenuto e vi porto il mio saluto!
Settembre è il mese dove tutto inizia, la scuola ne è la protagonista assoluta, si torna un po’ tutti bambini e si rivive insieme ai propri figli il “primo giorno di scuola”.
Qui all’Isola che non c’è per il nuovo anno scolastico ci siamo “rifatti” il look studiando per i nostri piccoli e grandi alunni una nuova programmazione didattica o meglio una progettazione didattica più in linea con le mutate esigenze sociali e culturali, un percorso formativo che prepari i bambini, come sostiene il pedagogista Gianfranco Staccioli dell’Università di Firenze, alla certezza dell’incertezza. In virtù di questo nuovo paradigma i bambini saranno accompagnati per tutto l’anno scolastico da percorsi multi-campo, caratterizzati, come già ci aveva insegnato Jerome Seymour Bruner, dalla duplicità del pensiero, logico (scienze, tecnica, matematica) e analogico(poesia, filosofia, arte, conoscenza di sé e degli altri).
Settembre è il mese dell’accoglienza, l’ambientamento dei nuovi e il ritorno di chi lo scorso anno già c’era. Durante questo primo mese di scuola abbiamo avuto la compagnia di un personaggio stimolo, l’ombrello, che ha preso vita e ci ha accompagnato nei giochi per conoscerci e vivere serenamente l’ambientamento e il ritorno a scuola. Sotto l’ombrello abbiamo:
– Dato voce alle emozioni con gesti rituali che nel loro ripetersi danno sicurezza e tranquillità.
– Stretto nuove amicizie scoprendo attraverso il gioco nel gruppo dei pari il piacere delle relazioni.
– Inventato nuovi giochi che hanno permesso ai bambini di trovare il proprio tempo e spazio.
– Raccontato storie che ci hanno mostrato quanto nella diversità sia il segreto della ricchezza e dell’arricchimento reciproco.
A tutti i bambini, genitori ed insegnanti buon anno scolastico!!!!